Alberto Gandolfo anno 1983. Appassionato sin da piccolo all’arte contemporanea e alla fotografia, presto decide di approfondire in particolare modo la seconda, senza perdere mai di vista le altre espressioni artistiche contemporanee. Fotograficamente si è formato all’interno di studi di fotografi di fama internazionale. La sua ricerca si basa, quasi esclusivamente, sul ritratto e ha in corso diversi progetti il cui centro è l’analisi di se stesso attraverso le persone che fotografa. Ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali, sia all’interno di gallerie che en plein air, cui nel 2014 la personale all’interno della Fondazione Teatro Massimo - Palermo (Italia), nel 2016 le collettive "Regard personnel espace commun" - voies off, de Les Rencontres d’Arles (Francia), "Check point" - Festival delle letterature migranti - Palermo (Italia), Photovisa the VIII international festival of photography - Krasnodar (Russia). Ancora nel 2016, proiezione del diaporama "Arrieri 100 Passi" - Casa memoria Peppino e Felicia Impastato - Cinisi (Pa, Italia). Menzione d’onore al concorso MIFA (2016); FIOF Italian photography ambassador (2016). Secondo premio sezione video Festival Mediamix 2016 "Cronache contemporanee", Comune di Firenze. Produzione fotografica e curatela del libro "Incontri" di Laura Ephrikian (ed. Spazio Cultura 2016).
Ideatore e cofondatore di Église (Palermo).